benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

L’Under 19 dell’Olimpia vince il derby con l’Urania in volata

19/10/2021
TUTTE LE NEWS »

U15 Eccellenza – 2° giornata

Vanoli Cremona – Olimpia Milano A|X Armani Exchange 37-119

Olimpia Milano: Garavaglia 31, Youssef 5, Agnoletto 16, Lonati 17, Greco 4, Cortellino 2, Lomartire 18, Belli 6, Campo 6, Macchiorlatti 4, Etelvisi 7, Karem 6

Cremona: Porcari 9, Valenti 9, Zanotti 7, Spagnoli 5, Ciocca 2, Barbuto, Mazzolari, Scotti, Venturini, Villa, Zani

Prima trasferta, e seconda partita stagionale, per i ragazzi dell’Under 15 che tornano a Milano con una vittoria sul campo di Cremona. La partenza dei biancorossi è abbastanza sottotono, con tanti errori sia difensivi che sotto canestro (14-24). Serve uno scossone dalla panchina che da i risultati sperati: al rientro nel secondo quarto si vedono subito una difesa più solida e corsa a tutto campo (10-44). La partita prosegue in controllo dalla seconda metà della gara in poi, con segnali positivi sotto l’aspetto difensivo.

U19 ECCELLENZA – 3° GIORNATA

Urania Milano – Olimpia Milano A|X Armani Exchange 68-69

Urania: Cavallero 19, Valsecchi 18, Romeo 11, Pezzola 10, Vignola 7, Pirrone 2, Manzoli 1, Brizzola, Miranda, Osic, Ruoti, Sagher, De Carlo.

Olimpia Milano: Gravaghi 23, Miccoli 11, Fiorillo 9, Invernizzi 6, Erba, Panna 5, Rapetti 7, Trovarelli, Cassano 2, Romeo 6, Toffanin, Todisco.

Derby di Milano vinto negli ultimi secondi, nella storica palestra secondaria del Lido, in casa dell’Urania Milano grazie a un appoggio al ferro a 3″ dalla sirena. La partita è finita con gli ultimi minuti in equilibrio, però nel corso dei quaranta minuti l’andamento è stato diverso e altalenante. Nel primo e nel terzo quarto l’Olimpia ha dimostrato il suo valore (7-15 e 16-18 i parziali), e potendo contare sul contributo di diversi giocatori è riuscita a costruire un vantaggio in doppia cifra. Secondo e ultimo quarto invece di marca Urania, che con caparbietà ha prima ricucito lo svantaggio e poi messo la testa avanti a meno di 30″ dalla fine. Sul 68-67 Urania, fallo sistematico a 7″ e due liberi per i padroni di casa. 0/2, lotta a rimbalzo con la palla che finisce nelle mani di Gravaghi che dopo essersi fatto tutto il campo in palleggio, in mezzo a 3 avversari, scarica la palla a Romeo che da sotto segna il sorpasso e sancisce la vittoria biancorossa.

Serie C Silver – 4° giornata

O.SA.L.  Novate – A|X Armani Exchange Olimpia MI  81 – 57   

O.SA.L.  Novate : Gorla Matteo 15, Cogliati Emiliano 14, Rigon Davide 13, Cigada Matteo 12, Villa Nicolò 8, Gionso Matteo 6, Sala Stefano 5, Torriani Luca 5, Bellini 3, Plebani Simone 0, All. Ascenzo Alessio, vice Manzi A./Formica M. 
AIX Armani Exchange Olimpia MI :  Todisco Matteo 18, Cassano Jean 12, Invernizzi Giuseppe 10, Fiorillo Gian Marco 6, Casella 4, Trovarelli Davide 3, Marcucci Francesco 2, Romeo Emiliano 2, Bevilacqua Alessandro 0, Erba Stefano 0, Panna Luca 0, All. Pampani Antonio, vice Alberti P./Caspani F. 

Esce sconfitta dal parquet della O.SA.L. Novate l’Armani Exchange Milano, nel quarto turno del campionato di Serie C Silver, dopo una partita giocata ad alto ritmo e ad alta intensità fin dalla palla a due. È l’equilibrio a regnare nei primi minuti con l’Olimpia che presenta un Todisco in gran spolvero, a segno a ripetizione dalla lunga distanza; Novate replica colpo su colpo dall’arco e sfrutta al meglio il tonnellaggio sotto canestro (12-12 a metà frazione). Sale nettamente di tono poi l’aggressività in difesa dei padroni di casa che, realizzando spesso in contropiede, chiudono la prima frazione avanti 25-12. Sulla scia del finale di primo quarto, è ancora con le giocate in velocità che Novate amplia lo scarto nel secondo periodo, punendo un’Olimpia troppo imprecisa nelle conclusioni. All’intervallo lungo la O.SA.L. è avanti 48-26. Prova a ricucire lo strappo l’AX Armani in avvio di ripresa (11-13 il parziale) coi canestri di Cassano ed Invernizzi. Ma Novate è troppo più esperta e fisica per lasciarsi sorprendere e spinge sull’acceleratore grazie a buone giocate del collettivo, vincendo alla fine 81-57.