benvenuto nel sito ufficiale olimpiamilano.com

Riviviamo il memorabile terzo quarto di Madrid: attacco, difesa e rimbalzi

10/01/2021
TUTTE LE NEWS »

Il terzo quarto dell’Olimpia a Madrid è quello che ha spaccato la partita e gettato le premesse per la grande impresa. Il parziale è stato di 19-2, scavato grazie ad una prestazione impeccabile sui due lati del campo. Ecco la ricostruzione.

Il primo possesso spetta al Real Madrid: sul passaggio di Abalde per Causeur e da quest’ultimo per Thompkins, Kevin Punter mette una mano e poi Zach LeDay completa il recupero. L’Olimpia si distende in transizione, Punter attacca centralmente e scarica per Kaleb Tarczewski che mostra il suo tirino in sospensione dai tre metri centrando il bersaglio. 41-39.

Il Real Madrid cerca di usare il vantaggio di centimetri di Abalde su Malcolm Delaney. Il playmaker di Milano regge il contatto e l’hooking del madridista è illegale. Palla persa. Poco dopo, Abalde ci riprova questa volta con un tiro da tre. Ma sbaglia e il rimbalzo è preda di LeDay.

Meno 8:16: dopo il rimbalzo di LeDay, l’Olimpia attacca in continuità. Quando la palla da Punter arriva a Delaney questi, pur marcato da Jeffery Taylor con qualche palleggio riesce a crearsi lo spazio per segnare da tre. E’ stata la sua gara consecutiva numero 12 con almeno una tripla a segno. 44-39.

Sull’errore al tiro ancora di Causeur, Tarczewski e Tavares si contendono il rimbalzo, ma il più veloce e deciso ad andare sulla palla è Riccardo Moraschini, che chiuderà a quota 10, record carriera stracciato.

Meno 7:36: Moraschini e Tarczewski eseguono il pick and roll in transizione, poi la palla viene ribaltata su Punter che attacca la difesa e si costruisce un tiro dalla media, molto disturbato dalla difesa. Ma per contenere Punter, il Real Madrid abbandona Tarczewski che segna due punti a rimbalzo. 46-39.

Meno 7:01: Abalde esegue un tiro difficile, Moraschini tocca il rimbalzo, Punter lo controlla. Poi è sempre Punter contro la difesa a usare il palleggio per crearsi un tiro una, due, tre volte. Alla fine, l’ultimo cambio di velocità lo mette in ritmo per il tiro dalla media del 48-39.

Dopo oltre tre minuti senza segnare, Tavares arriva al ferro e rompe il ghiaccio riducendo il margine a sette punti, 48-41.

Meno 5:51: Zach LeDay è abbandonato in angolo, Delaney con un passaggio che taglia la metà campo lo mette in ritmo per la tripla del primo vantaggio in doppia cifra 51-41. LeDay vive il suo momento top anche nella metà campo difensiva. Laprovittola cerca di servire in post basso Trey Thompkins. LeDay lo anticipa e arpiona la palla prima che possa raggiungerlo.

Meno 5:21; dopo un’azione elaborata, Delaney esegue un pick and roll con Tarczewski, gira attorno al blocco e si distende evitando la stoppata di Tavares. 53-41.

Fabien Causeur sbaglia un difficile floater in entrata, Tavares va aggressivo a rimbalzo ma si aggrappa al ferro. Infrazione, palla all’Olimpia. Il Real Madrid ha un’altra opportunità, con Laprovittola al tiro da tre. Moraschini conquista un altro dei suoi rimbalzi.

Meno 4:09: la perla di Malcolm Delaney. Isolato contro Laprovittola, sembra aspettare il blocco di Tarczewski per un pick and roll laterale, invece anticipa l’arrivo del centro per prendere la difesa controtempo. Esegue un meraviglioso secondo tempo con cucchiaio che trova il bersaglio. Difficile e bellissimo. 55-41.

L’Olimpia però ha la forza di eseguire un altro possesso difensivo eccezionale, costringendo Trey Thompkins con la palla in mano, lontanissimo dal canestro. Il suo airball determina un’infrazione di 24 secondi.

Meno 3:23: da una penetrazione di Sergio Rodriguez con passaggio per Kyle Hines nasce un possesso costruito sulla circolazione di palla. L’ultimo a ricevere, frontalmente, è Kevin Punter per la tripla che completa il 19-2 di parziale e il 58-41 Olimpia.

Meno 1:08: dopo la reazione attesa del Real Madrid tutta di Jaycee Carroll arriva anche la tripla di Sergio Rodriguez che estende di nuovo il vantaggio di Milano a più 14, 61-47.

KYLE HINES
ZACH LEDAY
MALCOLM DELANEY